Attività pastorali

Anno Pastorale 2018-2019.

Il Santo Padre, Papa Francesco, nell’incontro con la Diocesi il 14 maggio 2018, ha ribadito in modo più operativo alcune questioni relative alla Chiesa (e dunque alla Parrocchia) in uscita che Egli auspica come risposta dello Spirito Santo al cambio epocale che l’umanità sta vivendo. E’ come se le malattie spirituali da cui è colpito l’Occidente europeo avessero finito con il rendere sterile la Chiesa. La capacità di fecondità della comunità ecclesiale pare essersi esaurita e ci sembra di essere ormai lasciati senza figli. Forse, Egli dice, ci siamo chiusi in noi stessi e nel nostro mondo parrocchiale perché abbiamo in realtà trascurato o non fatto seriamente i conti con la vita reale delle persone che ci erano state affidate (quelle del nostro territorio, dei nostri ambienti di vita quotidiana), mentre il Risorto sempre si manifesta incarnandosi “qui ed ora”, anche in questo nostro tempo così difficile da interpretare, in questo contesto così complesso e apparentemente lontano da Lui.

Perciò il Papa ci invita a intraprendere un’altra tappa del cammino della Chiesa di Roma e ci chiede, in certo senso, un nuovo esodo, una nuova partenza che rinnovi la nostra identità di popolo di Dio, senza rimpianti per ciò che dovremo lasciare. Dobbiamo, in altre parole, interpretare i fenomeni sociali e culturali alla luce della Parola di Dio e imparare a discernere dove e come Dio è già presente in forme assai concrete, seppure non tradizionali e “canoniche”, di santità. Per questo occorre che le nostre comunità tornino capaci di generare un popolo, capaci cioè di offrire e generare relazioni nelle quali la nostra gente possa sentirsi conosciuta, riconosciuta, accolta, benvoluta, insomma: parte non anonima di un tutto.

L’Anno Pastorale 2018-2019 deve essere una sorta di “preparazione dello zaino” per iniziare un itinerario di qualche anno che ci faccia raggiungere nuove condizioni di vita (della Parrocchia) e di azione pastorale più rispondenti alla missione e ai bisogni dei nostri parrocchiani. Il Signore, infatti, ci chiama perché andiamo e portiamo frutto (il comando dell’evangelizzazione e della testimonianza che genera la fede. Non si tratta di uscire per non morire, si tratta di uscire per rispondere al comando del Salvatore e costruire cieli nuovi e terra nuova).

Consigli parrocchiali: Il Consiglio Pastorale Parrocchiale individua l’obiettivo generale del progetto e lo traduce in azione pastorale concreta. Si riunisce tre volte ogni anno (venerdì 19 ottobre 2018, 1 marzo 2019 e 14 giugno 2019 alle ore 20,30). Favorisce e realizza il dialogo con la Città e il Quartiere e propone alcune iniziative religiose e culturali aperte al territorio per risanare le fratture tra Chiesa e società civile in reale e concreto dialogo con tutti. Il Consiglio Pastorale per gli Affari Economici affianca il Parroco nella gestione economica e redige i bilanci annuali. Si riunisce tre volte ogni anno (venerdì 19 ottobre 2018, 25 gennaio 2019 e 14 giugno 2019 alle ore 19,30).

Comunione agli anziani e agli ammalati: sono disponibili alcune Suore e alcuni Accoliti secondo le richieste e le necessità di chi non può raggiungere S. Vitale. Mensilmente un sacerdote è disponibile per la Confessione. Occorre contattare il Parroco (06-48.23.338).

Benedizione delle famiglie: 11 marzo – 12 aprile 2019.

Stazione quaresimale: venerdì 22 marzo 2019 – h. 18,30.

Festa Patronale: lunedì 29 aprile 2019 – h. 18,30 S. Messa con la supplica ai Santi Patroni; h. 20,00 Cena parrocchiale in cortile.

Domeniche di solidarietà con raccolta di generi alimentari di prima necessità per l’Emporio di IV Prefettura: 2 dicembre 2018, 17 marzo 2019, 16 giugno 2019.

Gesto ecclesiale di riconciliazione: serve per dialogare sinceramente con il mondo e per motivare il cammino risanando le fratture che si sono venute a creare fra la Chiesa e gli uomini di oggi.

Caritas parrocchiale: assicura funzioni di sostegno personale e di orientamento verso altre strutture caritative parrocchiali e diocesane. Non distribuisce direttamente pasti, alimenti, medicine e denaro.

Osservatorio sociale: presta attenzione alle situazioni esistenzialmente periferiche, ai lontani, agli orfani di Dio della società contemporanea con la finalità di leggere e monitorare il territorio, con attenzione particolare verso le situazioni di bisogno e di disagio psichico, spirituale e materiale; ascoltare chi è in difficoltà e ha esigenza di individuare soluzioni adeguate alla propria situazione; stabilire rapporti di prossimità in vista di un possibile accompagnamento; assicurare opportuni contatti umani e solidali stringendo una rete possibilmente non episodica di relazioni; informare e orientare sui servizi e sulle iniziative presenti nel territorio più adatti alla situazione personale; sostenere con propri operatori chi vive una situazione familiare difficile e verificare insieme la possibilità di un progetto personale.

Gruppo biblico: per vivere da adulti la fede e approfondirne i grandi temi in modo concreto nella vita di ogni giorno, un gruppo di adulti si riunisce mensilmente. Tema di questo anno la lettura ecclesiale del libro dell’Esodo.

COMUNITA’ in Missione DEL CAMMINO NEOCATECUMENALE: si riunisce il giovedì alle ore 20,30 per la Liturgia della Parola e il sabato alle 20,30 per la Celebrazione eucaristica. Anima la Celebrazione domenicale delle ore 11,30 ogni prima domenica del mese.

Appuntamenti tradizionali di preghiera:

Novena dell’Immacolata Concezione e Novena del Natale.

Via Crucis ogni venerdì di Quaresima alle ore 19,00 nelle varie zone del territorio.

Rosario nel mese di maggio ogni sera alle ore 18,00.

Annunci